+39 0444 1800261

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI SVILUPPO SPERIMENTALE E INNOVAZIONE (S&I) A FAVORE DELLA FILIERA DELLO “SMART LIVING”

 

Finalità del bando

Finalità del bando è quella di sostenere Progetti di S&I, realizzati da partenariati di imprese in collaborazione con il Sistema delle Università, finalizzati all’introduzione di prodotti, processi/servizi nuovi o migliorativi dal punto di vista tecnologico, produttivo e organizzativo, per valorizzare la tematica dell’“Abitare intelligente”, con specifico riferimento ai settori Edilizia, Arredo-Legno-Casa e High-tech.

 

Tipologia di progetti finanziabili

Progetti di S&I che prevedano attività di:

  1. Sviluppo sperimentale abbinate ad almeno un’attività a scelta tra:
  2. attività di Innovazione dei processi e dell’organizzazione;
  3. attività di Innovazione di prodotto.

I Partner Università potranno svolgere unicamente le attività di Sviluppo Sperimentale di cui alla precedente lett. a); viceversa non sono previste limitazioni per i Partner imprese.

Inoltre, ciascun Progetto di S&I deve essere in grado di generare effettive e comprovate ricadute nella filiera dello Smart Living (“Abitare Intelligente”), promuovendo e garantendo l’inclusione, la sicurezza, il benessere, la salute e l’eco-sostenibilità, anche tramite l’applicazione e lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali; a tal fine i Progetti di S&I devono essere coerenti con una o più delle seguenti tipologie progettuali:

  1. impatto ecologico in ogni singola fase del ciclo di vita dei prodotti: produzione, gestione, recupero;
  2. valore energetico-funzionale di nuovi materiali riciclati e riciclabili, per ideare e produrre oggetti/mobili di design soste­nibile per l’arredo della casa (eco-design);
  3. Smart Supply Chain: filiera integrata di processi/modelli di business e produttivi, anche in chiave export;
  4. soluzioni di screening energetico e anti-sismico degli edifici;
  5. elaborazione e implementazione di modelli innovativi di intervento sul patrimonio edilizio esistente: adeguamento sismico, recupero edilizio, riqualificazione energetica e/o strutturale;
  6. domotica, anche finalizzata a favorire l’autonomia e l’accessibilità a supporto dei servizi della persona, il wi-fi e la sensoristica avanzata (IoT);
  7. sistemi di progettazione virtuale, con particolare riferiment al Building Information Modelling, di prototipazione avanzata e di home & building automation;
  8. additive manufacturing/3D printing per la produzione di oggetti fisici tridimensionali personalizzabili e le tecnologie di cybersecurity per proteggere collegamenti, dispositivi e dati, garantendone la necessaria privacy;
  9. big data analysis, le tecniche di intelligenza artificiale “Sistemi cognitivi” e le tecnologie in ambito Cloud Computing, a supporto della gestione intelligente in tempo reale dei dati e delle informazioni;
  10. sistemi intelligenti per la gestione, la manutenzione l’intrattenimento, il monitoraggio e la sicurezza degli impianti ad uso domestico, con particolare riferimento agli apparecchi elettrodomestici bianchi/bruni.

Il budget minimo di progetto è fissato in euro 200.000,00 (duecentomila/00).

Il progetto dovrà concludersi entro 18 mesi dalla data di approvazione della domanda.

Soggetti Beneficiari

Possono presentare domanda Partenariati composti da PMI in associazione con Università e/o Grandi imprese. Il Partenariato deve essere composto da un minimo di tre soggetti di cui almeno due PMI ed un soggetto a scelta tra Università e Grandi imprese.

Requisiti partner impresa:

I Partner imprese devono possedere, al momento della presentazione della domanda di partecipazione al Bando, i seguenti requisiti:

  1. appartenente ad uno dei seguenti comparti: Manifatturiero, Costruzioni, Commercio, Servizi
  2. avere una Sede operativa attiva in Lombardia o dichiarare l’intenzione di costituire una Sede operativa attiva in Lombardia nella quale dichiara di svolgere le attività progettuali entro e non oltre l’erogazione della prima tranche di Agevolazione di cui al successivo art. 13.1 (“Erogazione e rendicontazione della prima tranche”);
  3. essere autonome rispetto agli altri Partner.

Requisiti partner Università:

I Partner Università devono avere una Sede operativa attiva in Lombardia o dichiarare l’intenzione di costituire una Sede operativa attiva in Lombardia nella quale svolgere le attività progettuali entro e non oltre l’erogazione della prima tranche di agevolazione.

Spese Ammissibili

1. Relativamente alle attività di Sviluppo sperimentale, Innovazione dei processi e dell’organizzazione, Innovazione di prodotto, le spese ammissibili sono riconducibili alle seguenti tipologie:

  1. spese di personale relative a ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario;
  2. costi di ammortamento – calcolati secondo i principi della buona prassi contabile e delle norme fiscali in materia – relativi ad impianti, macchinari e attrezzature, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati nell’ambito del Progetto di S&I (nel caso di beni acquisiti in leasing, sono ammissibili le quote capitali dei canoni pagati dall’utilizzatore);
  3. costi della ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza;
  4. altri costi di esercizio, direttamente connessi alla realizzazione del Progetto di S&I, inclusi: i costi di materiali, forniture e prodotti analoghi, le spese di certificazione di laboratorio (max 20% del totale costi ammissibili);
  5. spese generali forfettarie (max 15% spese personale).

2. Relativamente alle sole attività di Innovazione di Prodotto, sono ammissibili oltre alle tipologie di spesa di cui al precedente comma anche le spese relative a:

  1. studi di fattibilità per l’approccio all’export di nuovi mercati, comprensivo della strutturazione di un modello aziendale di rete di vendita o post vendita nel paese target;
  2. strumenti di comunicazione innovativi funzionali all’avvio/rafforzamento di attività di export;
  3. conseguimento di certificazioni estere per prodotti da promuovere nei mercati target;
  4. traduzione ed adeguamento di manuali destinati ai paesi target.

Agevolazione

L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto fino ad un massimo di € 800.000 per progetto secondo le seguenti percentuali:

 

PMI

Grande Impresa

Università

Sviluppo Sperimentale

40%

40%

40%

Innovazione dei processi e dell’organizzazione

50%

15%

Non applicabile

Innovazione di prodotto

max € 200.000

max € 200.000

Non applicabile

 

Dotazione finanziaria del bando

Il fondo stanziato è di 15 milioni di euro.

Termine di presentazione delle domanda

Le domande sono presentabili, fino ad esaurimento fondi, a partire dalle ore 12.00 del 01/02/2017.

DEFINIZIONI

“Innovazione dell’organizzazione”: l’applicazione di nuovi metodi organizzativi nelle pratiche commerciali, nell’organizza­zione del luogo di lavoro o nelle relazioni esterne di un’impresa esclusi i cambiamenti che si basano su metodi organizzativi già utilizzati nell’impresa, i cambiamenti nella strategia di gestione, le fusioni e le acquisizioni, la cessazione dell’utilizzo di un processo, la mera sostituzione o estensione dei beni strumentali, i cambiamenti derivanti unicamente da variazioni del prezzo dei fattori, la produzione personalizzata, l’adattamento ai mercati locali, le periodiche modifiche stagionali e altri cambiamenti ciclici nonché il commercio di prodotti nuovi o sensibilmente migliorati.

“Innovazione dei processi”: l’applicazione di un metodo di produzione o di distribuzione nuovo o sensibilmente migliorato (inclusi cambiamenti significativi nelle tecniche, nelle attrezzature o nel software), esclusi i cambiamenti o i miglioramenti minori, l’aumento delle capacità di produzione o di servizio ottenuto con l’aggiunta di sistemi di fabbricazione o di sistemi logistici che sono molto simili a quelli già in uso, la cessazione dell’utilizzazione di un processo, la mera sostituzione o estensione dei beni strumentali, i cambiamenti derivanti unicamente da variazioni del prezzo dei fattori, la produzione personalizzata, l’adattamento ai mercati locali, le periodiche modifiche stagionali e altri cambiamenti ciclici nonché il commercio di prodotti nuovi o sensibilmente migliorati.

“Innovazione di prodotto”: industrializzazione di un progetto di ricerca e sviluppo finalizzato al miglioramento di un prodotto esistente (es. caratteristiche tecniche, componenti, materiali, software incorporati, facilità d’uso o altre caratteristiche funzionali) o alla realizzazione di un nuovo prodotto.