+39 0444 1800261

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI

Soggetti Beneficiari:

Possono richiedere l’agevolazione le PMI con sede in Italia, iscritte al Registro delle Imprese, che non abbiano già ricevuto agevolazione su Disegni+ o Disegni+2

Spese Ammissibili:

Oggetto dell’agevolazione è la realizzazione di un progetto finalizzato alla valorizzazione di un disegno/modello, singolo o multiplo, così come definito dall’art. 31 del d.lgs. 10 febbraio 2005, n.30 (Codice della proprietà industriale) che - alla data di presentazione della domanda di agevolazione - sia registrato e di cui l’impresa richiedente l’agevolazione sia titolare o in possesso di un accordo di licenza con un soggetto, anche estero, che ne detiene la titolarità.

Il progetto deve essere concluso entro 9 mesi dalla notifica del provvedimento di concessione dell’agevolazione.

Sono ammissibili le spese sostenute per l’acquisto di servizi specialistici esterni funzionali al progetto sostenute successivamente alla data di registrazione del disegno/modello e in ogni caso non antecedenti alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (3 dicembre 2015)

FASE 1 – PRODUZIONE

Acquisizione di servizi specialistici esterni volti alla valorizzazione di un disegno/modello per la messa in produzione di nuovi prodotti a esso correlati:

- ricerca sull’utilizzo dei nuovi materiali;

- realizzazione di prototipi e stampi;

- consulenza tecnica relativa alla catena produttiva;

- consulenza legale relativa alla catena produttiva;

- consulenza specializzata nell’approccio al mercato (strategia, marketing, vendita, comunicazione).

FASE 2 - COMMERCIALIZZAZIONE

Acquisizione di servizi specialistici esterni volti alla valorizzazione di un disegno/modello per la commercializzazione del titolo di proprietà industriale.
- consulenza specializzata nella valutazione tecnico-economica del disegno/modello e per l’analisi di mercato, ai fini della cessione o della licenza del titolo di proprietà industriale;

- consulenza legale per la stesura di accordi di cessione della titolarità o della licenza del titolo di proprietà industriale;

- consulenza legale per la stesura di eventuali accordi di segretezza.

Sono in ogni caso escluse le spese per l’acquisizione di servizi:

a) prestati da imprese che, a partire da 24 mesi precedenti la data di presentazione della domanda, si trovino in rapporto di controllo/collegamento con l’impresa richiedente ai sensi dell’art. 2359 c.c. ovvero si riscontri tra i medesimi soggetti, anche in via indiretta, una partecipazione, anche cumulativa, di almeno il 25%;

b) prestati da amministratori o soci dell’impresa richiedente o loro prossimi congiunti;

c) prestati da società nella cui compagine sociale siano presenti amministratori o soci dell’impresa richiedente.

Agevolazione:L’agevolazione è concessa nella forma di contributo in conto capitale fino all’80% delle spese ammissibili.

Fase 1 – Produzione: l’importo massimo dell’agevolazione è di euro 65.000,00 (sessantacinquemila)

Fase 2 – Commercializzazione: l’importo massimo dell’agevolazione è di euro 15.000,00 (quindicimila)

Ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione aventi ad oggetto – ognuna di esse - un diverso disegno/modello registrato (singolarmente oppure compreso in un deposito multiplo), fino al raggiungimento dell’importo massimo dell’agevolazione, per impresa, di euro 120.000,00 (centoventimila).

Le domande sono presentabili fino ad esaurimento delle risorse disponibili a partire dalle ore 9:00 del 2 marzo 2016.